Set 27, 2014 - 0 Comments - letture -

L’importanza del verde

image Leggendo un meraviglioso libro scritto da Stefano Mancuso e Alessandra viola, “Verde Brillante: sensibilità e intelligenza del mondo vegetale” cito:

se domani le piante dovessero sparire dalla terra, la vita dell’uomo durerebbe poche settimane, forse qualche mese, non di più. … Se al contrario a scomparire dovessimo essere noi, nel giro di pochi anni le piante riprenderebbero possesso di tutto il territorio in precedenza sottratto all’ambito naturale e, in poco più di un secolo, ogni segno della nostra millenaria civiltà sarebbe coperto dal verde.

Di quelle frasi che riportano i nostri pensieri ad una tanto semplice quanto sconvolgente verità. Semplice per l’armonia di tutto ciò che appare, con l’uomo a contatto con la natura e semplice per la facilità con cui si potrebbe continuare a esistere grazie al verde. Sconvolgente per quanto questa semplicità sia lontana dalla maggior parte delle culture e dei pensieri del non più animale umano. Non è la visione catastrofista ciò che deve apparire ma un chiaro obbiettivo evolutivo: proteggere la natura per proteggere se stessi!

Occorre condannare e criticare l’insistenza di una falsa modernità che si incaponisce nel ricercare strategie per una indipendenza umana, occorre capire che allontanarci dalla natura è svantaggioso è che occorre conoscere intimamente il verde intorno a noi, perché è la cosa più preziosa che abbiamo!